Modus operandi

L'amministratore di condominio oggi deve essere un professionista a tutti gli effetti. Questo perché, rispetto ad alcuni anni fa, si sono moltiplicati sia gli aspetti normativi in materia di condominio, sia quelli legati alle responsabilità dell'amministratore.
La professionalità è quindi un requisito fondamentale, che garantisce i condomini dal punto di vista della tutela dei loro diritti e sulla regolarità nello svolgimento della vita condominiale.

Ma un amministratore deve avere anche altre caratteristiche per operare come un "buon padre di famiglia". Le ho riassunte in un piccolo elenco che ho battezzato "regola delle tre O":

  • ONESTÀ
  • ORDINE
  • ORGANIZZAZIONE

Sull'Onestà è utile considerare che - come in tutti i mestieri in cui si opera con soldi non propri - ci si può imbattere in figure di dubbia rispettabilità, ma questo non dovrebbe indurre nessuno (come invece succede) ad identificare gli amministratori di condominio con i ladri d'appartamento.

L'Ordine riguarda soprattutto la tenuta della documentazione, fondamentale soprattutto per rapide ricerche, anche relative a situazioni passate. Senza ordine diventa difficile mantenere sotto controllo i vari aspetti della gestione condominiale.

L'Organizzazione abbraccia principalmente due aspetti. Quello personale, nel senso che un amministratore di condominio che lavora in maniera organizzata rischierà sicuramente meno di commettere errori ed inoltre potrà, a parità di tempo, lavorare di più e meglio di un amministratore di condominio disorganizzato. Il secondo aspetto riguarda l'organizzazione esterna, cioè la rete di lavoratori e collaboratori di fiducia dell'amministratore, che devono possedere le stesse caratteristiche già citate nella "regola delle tre O".

Descrizione delle sezioni

» home
informazioni sul mio metodo di lavoro

per conoscere le attribuzioni ed i doveri dell'amministratore

per richiedere un preventivo per l'amministrazione del condominio

per accedere ai dati del proprio condominio, scaricare documenti e visualizzare la situazione contabile

per provare il funzionamento dell'area condomini tramite un condominio fittizio